• 300 gr di farina di castagne
  • 1/2 litro d'acqua
  • olio extra vergine d'oliva
  • 35 gr di pinoli
  • 35 gr di noci sgusciate
  • rosmarino a piacere
  • scorza d'arancia
  • sale

Inizio il 2012 di ritorno da una lunga vacanza a Londra: 9 giorni che sanno di famiglia, sono scaldati dall’affetto degli amici, profumano di cucina e sono annaffiati da buon vino (e non solo). Sperando che questo buon inizio si protragga per tutto l’anno…

In questi giorni tante creazioni che presto vedrete su questi schermi sono uscite dal forno per il cenone di Natale e il veglione di S. Silvestro. Una di queste è stato il castagnaccio, preparato insieme a un lucchese DOC alla sua maniera: con la farina di castagne delle Garfagnana, con i pinoli, ma anche le noci di casa, il rosmarino e dei bei pezzettoni di scorza d’arancia per mantenere il sapore deciso di questo piatto povero.

Preparazione:

Setacciate la farina di castagne in una ciotola capiente e unitevi un pizzico di sale. Unite a poco a poco l’acqua amalgamando lentamente fino ad ottenere un impasto liscio. A questo punto unite le foglioline di rosmarino ben sciacquate e asciugate.

Fate le noci a pezzetti e unitele all’impasto insieme ai pinoli. Lavate bene l’arancia e tagliatene due pezzettoni di scorza e unite anche queste all’impasto. Versate il composto in una teglia tonda unta o antiaderente e metteteci sopra un filo d’olio.

Infornate il castagnaccio in forno caldo a 180° per circa 40 minuti, fino a quando non è crepato in superficie.

Togliete il castagnaccio dal forno e lasciatelo raffreddare leggermente prima di servirlo a spicchi. E’ perfetto accompagnato da ricotta fresca o un cucchiaino di miele.