• 2 fette di tonno fresco tagliate alte
  • 2 cipollotti
  • 1 fesa d'aglio
  • 3 cucchiai di salsa di soia
  • 1 cucchiaino di wasabi in polvere
  • 1 cucchiaio di aceto di mele

Chi di voi cuochi e cuochine non conosce lo chef Nobu e i suoi ristoranti? Sapete che è il ristoratore più famoso degli ultimi anni, e probabilmente il più grande maestro di sushi al mondo? Forse non tutti sanno chi è, ma sicuramente lo sapranno gli amanti della cucina etnica ma soprattutto fusion! La sua particolarità è fondere la cucina giapponese con quella sudamericana. Io l’ho scoperto tramite un libro che hanno regalato a mia mamma, ma di cui i più grandi utilizzatori siamo stati io e mio padre, fan della cucina orientale… Il primo libro di Nobu apparso in casa nostra è stato Nobu West, da cui abbiamo attinto per molte ricette particolari, e da pochi giorni è arrivato Nobu oggi. Ho subito adocchiato una ricetta golosa e che faceva proprio per me dato che avevo appena comprato del tonno freschissimo. Ve la propongo qui con le mie modifiche.

Preparazione:

Per prima cosa tagliate il tonno a fette e poi tritatelo al coltello o aiutandovi con una mezzaluna.



Tritate molto finemente anche il cipollotto e l’aglio e aggiungeteli al tonno tritato. 

Impastate il tutto con le mani e formate delle piccole polpette schiacciate, tipo hamburger, dal diametro di circa 6 cm. Con il tonno che avevo io ne ho fatte 8. 

Scaldate bene una padella antiaderente e scottate le vostre tartare per pochi secondi da ogni lato, facendole colorare appena all’esterno. 

 


Riponete le tartare in frigo per 10-15 minuti in modo che si compattino. Nel frattempo potete realizzare la salsa al wasabi con la quale servirete le tartare. Basterà unire la salsa di soia e l’aceto di mele e scioglierci dentro il wasabi in polvere (o in pasta se non lo avete). Servite disponendo la tartare su un cucchiaio di salsa  e guarnendo con la parte verde del cipollotto a rondelle. 

L’abbinamento è molto particolare e gradevole, la delicatezza del pesce fresco contrasta con la leggera piccantezza del cipollotto e il tutto è reso ancora più piccante dalla salsa al wasabi. Ognuno sceglierà quanta usarne a seconda del proprio gradimento. 

Con questa ricetta partecipiamo al contest “Il mare nel piatto”. Se il piatto vi è piaciuto cliccate sul banner qui sotto e votate il nostro piatto lasciando un commento al post!