• 200 gr di mafalde corte garofalo n°79
  • 180 gr di ceci ammollati o in scatola
  • mezza cipolla
  • 120 gr di passata di pomodoro (mezzo barattolo)
  • 1 rametto di rosmarino
  • sale e pepe qb
  • olio EVO

Nonostante lavoratrice, sempre studentessa sono.. e mille volte torno a casa e sono talmente stanca che proprio non ho voglia di mettermi a spignattare in cucina per un’ora! Ho solo voglia di un bel piatto di pasta sostanzioso che mi ridia le forze.. magari così ricco e abbondante da diventare un piatto unico. Il tempo di fare la spesa spesso non c’è, o forse mancano proprio le forze di arrivare fino al supermercato e di pensare cosa comprare per la cena. E allora ci si ritrova a casa affamati, si apre la dispensa e si cerca di dare forma a un bel primo piatto con quello che troviamo in dispensa.. Aprite il frigo e vi guardano tristi e sconsolati una mozzarella, un pomodoro, una zucchina. Vi buttate sulla dispensa in cui trovate ceci e lenticchie in scatola e tonno sott’olio. Beh? Sapete quante cose si possono inventare con questi semplici ingredienti?? Tantissime!! 🙂

Aguzzate la fantasia, scegliete il vostro tipo di pasta preferito, ovviamente Garofalo, e inventavi un primo da studenti con questi ingredienti. Solo così potrete partecipare al contest del Pomodorosso “La pasta degli studenti con 5 ingredienti“. In nome della nostra webamicizia, di cui potete leggere i trascorsi qui, la dolcissima Cleare mi ha gentilmente chiesto di fare da giudice per il suo contest!! E io ho ovviamente accettato senza il minimo dubbio, innanzittutto perchè non ho mai fatto da giudice per un contest e ne sono onorata, e poi perchè adoro i primi piatti e sono curiosissima di vedere cosa tirerete fuori!! Quindi partecipate numerosi.. Correte dal Pomodorosso, leggete il regolamento e cucinate il vostro piatto.. 

 

Io vi propongo, ovviamente fuori concorso, la mia pasta degli studenti: la pasta e ceci! Un piatto semplice della tradizione, povero ma sempre ottimo. Non ho neanche avuto bisogno di utilizzare tutti e 5 gli ingredienti concessi dal regolamento, me ne è bastato solo uno! 🙂 Il mio formato di pasta preferito, perfetto per una piatto un pasta/minestra come questa sono le mafalde corte (garofalo n°79), la settimana scorsa ho usato quelle integrali per questa ricetta. Ho trovato le mafalde perfette per la pasta e ceci con i loro bordi ondulati per raccogliere tutto il sughetto. 

Preparazione:

A seconda della vostra pigrizia scegliete come fare i ceci: se ammollare quelli secchi per una notte intera e poi bollirli, se usare quelli in scatola o se usare quelli fatti dalla mamma come me! 🙂 Pigra al massimo… Fate dorare in una pentola con un goccio d’olio mezza cipolla tritata, aggiungete i ceci precedentemente cotti, sale, pepe, e il rosmarino tritato finemente.  

Aggiungete la polpa di pomodoro ai ceci e qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta per rendere il sugo più liquido e fate bollire per un paio di minuti.

Cuocete le  mafalde al dente in abbondante acqua salata, scolatele e aggiungetele in pentola insieme ai ceci. A seconda di quanto liquida volete la vostra pasta e ceci aggiungete uno o più cucchiai di acqua di cottura della pasta. Saltate per un altro minuto in modo che la pasta assorba bene il condimento. Impiattate e condite con un filo di olio EVO.

Gustatevi la vostra pasta e ceci ancora fumante..perfetta per scaldare queste serate fredde e piovose! E mi raccomando..aspetto di vedere il vostro piatto da studenti per il contest del Pomodorosso!