Dopo il mio trattato sugli onigiri, il mio amore dichiarato ai bento, e il dubbio di non essere italiana ma avere origini asiatiche, ecco qui che vi propongo un po di tutto questo in un solo post! Questa volta però gli onigiri hanno deciso di trasformarsi e cambiare totalmente faccia e ingredienti, perchè infondo io sono sempre una comunicatrice, e come esiste il non-conventional marketing esistono anche i non-conventional onigiri.

Ecco che i contorni si trasformano: da triangolari, gli onigiri diventano dei fiori, degli arcobaleni e delle nuvolette. E gli ingredienti? Qualcuno rimane fatto di riso ma il colore è giallo grazie allo zafferano e verde grazie alle zucchine. Qualcun’altro invece è fatto di panzanella, e l’ultimo è difficile capire se sia dolce o salato visto che è una nuvoletta di cous cous con melanzane, nocciole e allspice.

Non è mica finita!! Questo era solo il piano di sopra.. Scendendo al piano di sotto troviamo un coniglietto sorridente, fatto con un uovo sodo e colorato con pennarelli alimentari. Potete accompagnarlo con un pochino di maionese che troverete dentro alla scatolina verde. Accanto due spiedini decorati da verdurine in fimo tengono insieme tanti cuoricini di patate e zucchine al vapore da condire con la salsa ponzu contenuta nel porta salsa a forma di carotina. E ovviamente non dimentichiamo un pò di frutta nel sidedish per finite il pasto.

Iniziamo per gradi, partiamo dal piano basso per poi salire…
SPIEDINI DI PATATE E ZUCCHINE
  • 1 patata
  • 1 zucchina tonda
  • salsa ponzu
Sbucciate la patata e tagliatela a fettine. Lavate bene la zucchina e tagliatela a fette. Con un taglia biscotti della forma che preferite (io cuore) incidete le fette e riponete i vostri cuori in un cestino di bambù. (tenete da parte i contorni dei cuori di zucchina). Cuocete al vapore per circa 10 minuti finchè non sono morbide. Infilate le fettine su un pick o con uno stecchino e riponete gli spiedini nel bento. Quando li mangerete conditeli prima con la salsa ponzu, perfetta per le verdure.

 

RABBIT EGG
Cuocete l’uovo per 10 minuti da quando l’acqua bolle fino a farlo diventare sodo. Quando è ancora caldo (ahi ahi ahi ahi, bruciaaaa!!) rompete il guscio e sbucciare l’uovo. Inserite l’uovo all’interno dell’egg mold, chiudete e immergetelo in acqua fredda o mettetelo in frigo per almeno 10 minuti. Date un’espressione al vostro coniglietto colorando la bocca, gli occhi e le orecchie con pennarelli alimentari, o se non li avete semini di sesamo e verdure. Mettete un pò di maionese in un piccolo contenitore e mettetela sul vostro coniglietto sodo quando lo mangerete.

 

PANZANELLA ONIGIRI
  • 2 fette di pane raffermo
  • mezzo pomodoro
  • parte verde di un cipollotto
  • origano fresco
  • sale e olio qb
Spezzettate il pane e mettetelo a mollo in acqua per qualche minuto. Quando si è ammorbidito strizzatelo bene e riducetelo in briciole con le mani. Lavate il pomodoro e tagliatelo a cubetti e unitelo al pane. Tagliate il cipollotto a rondelle e unite anche questo alla panzanella, insieme all’origano e condendo con sale e olio.  Mettete due cucchiai di panzanella in uno stampino per onigiri, chiudete con il coperchio e comprimete bene il tutto affinchè si compatti. Sformate e mettetelo dentro al vostro bento in un pirottino di carta o separatelo dagli altri con della sushi grass per non far mischiare i sapori.
ONIGIRI ALLA MILANESE
  • ritagli di zucchine avanzati dagli spiedini
  • parte bianca di un cipollotto
  • 2 manciate di riso
  • zafferano
  • brodo
Chi ha detto che gli onigiri si fanno per forza con il riso bianco e furikake? I miei sono diventati addirittura di risotto alla milanese. Il procedimento infatti è proprio quello: basta far soffriggere in un pò d’olio la cipolla tritata e poi aggiungere le zucchine e farle ammorbidire. Una volta morbide aggiungete il riso e fatelo tostare leggermente, a poco a poco unite il brodo e a metà cottura (circa 7 minuti) anche lo zafferano. Quando il riso è pronto mettelo nello stampo per onigiri, pressate e sformate. Riponete anche questo onigiri nel bento tenendolo separato dagli altri.
COUS COUS ONIGIRI
  • mezza tazza di cous cous
  • mezza tazza di acqua bollente salata
  • 2 fette di melanzana
  • una manciata di nocciole tritate
  • 2 chicchi di allspice/pimienta
Versate l’acqua bollente sopra il cous cous, coprite e lasciate assorbire l’acqua per qualche minuto. Tagliate la melanzana a cubetti e cuocetela in una pentola antiaderente in modo che si grigli leggermente. Aggiungete i chicchi di allspice schiacciati che daranno un ottimo profumo alla melanzana, a metà tra il pepe e la noce moscata. Aggiungete anche le nocciole tritate in modo che si tostino leggermente. Per ultimo aggiungete il cous cous e amalgamate bene il tutto. Quando è freddo fatene un onigiri con lo stampino.
Una volta pronto tutto il contenuto sistemate il vostro bento in modo da separare bene i diversi cibi e non lasciare spazi vuoti. Mettete un pò di frutta nel sidedish, io ho preso alcune ciliegie succosissime colte dal mio albero!!

Chiudete ermeticamente e mettete la bento belt per evitare che si apra! Portatevi dietro un tovagliolino e bacchette/posate e gustatevi il vostro bento dove volete..all’università, a lavoro, al parco, in pausa pranzo..

Avvolgetelo in un furoshiki o sistematelo in un’apposita bento bag. La mia è foderata all’interno in modo da mantenere i cibi freschi e non farli rovinare.

Giunti quasi alla fine di questo post chilometrico vi chiederete “ma perchè questa qui ha fatto tutta sta roba solo per un semplice pranzo al sacco?”… Beh, un pò perchè mi da allegria e mi toglie la fame mangiare tante piccole cose diverse e colorate. Dall’altra perchè non potevo non partecipare al bellissimo contest “Via col bento” di Carolina e Elisa in collaborazione con CasaBento. Gli sfidanti sono tanti e agguerriti tra cui tante delle mie blogger preferite (Juls, Gaietta, Amaradolcezza, Maghetta, Patata in giacchetta… fanno anche rima!!) ma chissà.. magari i miei onigiri con crisi di identità hanno una chance!!