• 8 fogli di carta di riso
  • 3 foglie di verza
  • 1 cipollotto
  • 1 costa di sedano
  • 2 carote
  • 90 gr di germogli di soia (1 barattolo)
  • 2 cucchiai e mezzo di ketchup
  • 1 cucchiaio e mezzo di aceto di mele
  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • 2 cucchiaini di zucchero semolato
  • 1 spruzzata di worchester sauce

Questo mese l’MT challenge e la ricetta della Mapi mi hanno messo davanti a una scelta difficile: la verza non è proprio un ingrediente nelle mie corde e gli involtini di verza non li ho mai mangiati ne cucinati. Avevo già avvertito la Ale che questo mese molto probabilmente avrei passato, sia per la poca simpatia per la verza che per motivi di studio/lavoro. E poi un giorno..l’illuminazione! Guardo la lista delle ricette già postate per il contest mi trovo davanti agli Winter Rolls di Eli/Fla, e mi dico: perchè non fare gli spring rolls, ovvero gli involtini primavera?

Io adoro questo piatto, ma in realtà nel suo paese di origine non è così diffuso come da noi! Se avete voglia leggete le mie avventure durante mio viaggio in Cina e la ricerca degli involtini primavera originali raccontati nel mio guest post sul blog di Francesca di Travel’s tales.

Terzo motivo: quasi due mesi fa Serena, mi aveva chiesto, in qualità di “specialista” di cibo etnico, la ricetta originale degli involtini primavera. Questi non sono proprio gli originali, visto che il cavolo è stato sostituito con la verza, e la pasta di wonton con la sfoglia di riso.. ma penso che a Serena non dispiacciano questi involtini che sono ancora più leggeri dell’originale, giusto? 🙂

Preparazione:

Tagliate le verdure a fiammifero (carote, verde, cipollotto) e il sedano a rondelle.
In un wok antiaderente fate imbiondire il cipollotto con poco olio, aggiungete il sedano e le carote facendo saltare per qualche minuto fino a che non si ammorbidiscono, e infine i germogli di soia.
A questo punto aggiungete la verza e un bicchiere d’acqua, salate e coprite il tutto lasciandolo andare a fuoco lento per circa 10 minuti finchè tutte le verdure sono morbide.
Mettete un foglio di carta di riso alla volta a bagno in acqua fredda per pochi minuti, finchè non diventa traslucido e morbido. Scolatelo dall’acqua in eccesso e posizionatelo su un piatto. Al centro del foglio mettete due cucchiai di verdure dandogli una forma a rettangolo.
Chiudete il foglio, prima partendo dai lati corti e poi chiudendo i lati più lunghi. Essendo la carta di riso molto appiccicosa non ci sarà bisogno di usare altra acqua o strane misture per sigillare la chiusura.
Scaldate una padella con abbondante olio di semi e friggete due involtini alla volta mettendoli prima dal lato della chiusura in modo che si sigilli bene cuocendosi. Se l’olio è ben caldo potete girarli già dopo un minuto, appena sono croccanti. State molto attenti a non farli toccare tra loro e mentre li girate perché la carta di riso è molto delicata e appiccicosa.
Una volta cotti dall’altro lato metteteli ad asciugare su della carta assorbente per rimuovere l’olio in eccesso e preparate la salsa agrodolce mescolando semplicemente gli ingredienti (ketchup, salsa di soia, zucchero, aceto e worchester sauce). Servite gli involtini primavera accompagnati dalla salsa in cui immergerli!

 

E dall’alto del mio corso di lingua cinese di 50 ore posso dirvi buon appetito in cinese!! 祝你好口味 (che si legge zhu ni hao kouwei) e se ancora non l’avete fatto correte a leggere del mio viaggio in Cina!