• 4 calamari puliti
  • due cespi di puntarelle
  • una manciata di capperi dissalati
  • succo di mezzo limone
  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • mezzo cucchiaino di aglio tritato
  • mezzo cucchiaino di sale fino
  • una puntina di peperoncino tritato
  • 3 cucchiai d'olio d'oliva

Buongiorno a tutti!! Vi siete ripresi da questo lungo weekend di Pasqua?? Io ancora no.. Tanto cibo, tante persone da vedere, tante cose da fare.. invece che giorni di relax sono stati giorni impegnativissimi e ora mi serve la settimana intera per riprendermi! Non solo dal punto di vista morale, ma anche mangereccio…

Dopo pranzi di Pasqua, picnic di Pasquetta, che ne dite di un bel piatto leggerino di pesce?? Proprio una bella insalata, che potete servire come antipasto o come contorno, o perchè no anche come secondo per un pranzo davvero leggero… Per farla mi sono sempre ispirata a una ricetta di Nobu, che però prevedeva il granchio.. Avendo in casa dei calamari freschissimi ho deciso di modificarla con quelli!
La ricetta è facilissima da realizzare e prevede una salsa piccante al limone che da a questo piatto un tocco in più.

Preparazione:

Lavate le puntarelle, e conservate solo la parte bianca dura, tagliatele per il lungo, e mettetele in acqua acidulata con cubetti di ghiaccio per almeno tre ore. Nel frattempo cuocete i calamari al vapore per circa 10 minuti in modo che rimangano morbidi e tagliateli a rondelle. Scolate e asciugate le puntarelle e unite i calamari.
Preparate la salsa piccante al limone unendo al succo di mezzo limone la salsa di soia e il sale e mescolando bene. Dopo aver unito anche l’aglio e il peperoncino, aggiungete l’olio e emulsionate bene il tutto aiutandovi con una piccola frusta.
Condite l’insalata con la salsa e aggiungete i capperi tagliati a pezzetti. Girate bene il tutto e servite. Il risultato è un’insalata fresca e piccantina, con le note leggermente amare e croccanti delle puntarelle e quelle delicate e morbide dei calamari. Un piatto fusion decisamente da sperimentare..