• 1 kg di peperoni (di un solo colore)
  • 400 gr di zucchero semolato
  • 200 ml di aceto di vino (di buona qualità)
  • un pochino di peperoncino

Rieccomi qua! La vostra Marzia è tornata in terra senese e rientrata presto dal lavoro si è trovata davanti a un orto con tanti peperoni che la guardavano… Ho pensato che non piacciono i peperoni, non mi piace il sapore, sono pesanti e non li digerisco. Però ho pensato che sarebbe un peccato lasciare gli ultimi peperoni della stagione andare a male.. Cosa farci?? Ma perché non una bella confettura da gustare insieme a formaggi freschi e stagionati? BELLA IDEA! Ok, non ho mai fatto una marmellata e spero di avere in casa il necessario. Per fortuna sfogliando un libro di cucina mi rendo conto che serve solo zucchero e aceto di vino! Perfetto, quelli ce li ho… Decido di fare due tipi di confettura, una di peperoni verdi e una di peperoni gialli..

Preparazione:

Partiamo con la pulizia dei peperoni, che vanno lavati bene, privati del picciolo, dei semi e dei filamenti bianchi interni. Poi vanno tagliati a metà e poi in strisce di circa 3 cm. Poi le strisce vanno tagliate di nuovo a pezzetti grandi 1/2 cm. Io che sono svogliata li ho tagliati più grossi e ho dovuto ricorrere a estremi rimedi (dopo vedrete).
Una volta puliti e tagliati tutti i peperoni mettete direttamente nella pentola, aggiungendo zucchero, aceto e il peperoncino sbriciolato, Io ho lasciato macerare per circa un’ora, ma più ore fate macerare il tutto meglio verrà la confettura.
Passate un’ora accendete il fuoco a fiamma bassa o media se usate una retina frangifiamma e lasciate cuocere per 30-35 minuti. A questo punto se la parte liquida è abbastanza fluida la marmellata dovrebbe essere pronta.
A me sinceramente non sembrava venuta un granché soprattutto visto che i peperoni non si sono spiaccicati e allora ho deciso di intervenire 🙂 Ho preso la maggior parte dei peperoni e un po’ di liquido e li ho frullati fini fini. Poi ho rimesso nella pentola insieme ai peperoni avanzati e ho lasciato andare per qualche altro minuto.

A questo punto la confettura ha raggiunto la consistenza che speravo (quella gialla soprattutto, la verde ‘nzomma :/ ) e ancora bollente l’ho trasferita nei barattoli sterilizzati in acqua bollente e tappata.